Daniela Morozzi “Libera Tutte”

Daniela Morozzi “Libera Tutte”

 

E’ LA POLIZIOTTA della porta accanto: viso solare, effetto simpatia immediata e incancellabile timbro fiorentino, Daniela Morozzi — nonostante i 9 anni da Vittoria Guerra nel Distretto di polizia in tv e il ruolo della lattaia in Ovosodo di Virzì — dal teatro nasce e al teatro torna. Con il suo spettacolo Articolo femminile — analisi illogica della carta stampata approda stasera al Teatro Pacini di Pescia (ore 21 ingresso libero). Ad accompagnare la sua voce recitante, tre musicisti di rango: Stefano Cocco Cantini (sassofono e piano) Ares Tavolazzi (contrabbasso) e Francesco Petroni (percussioni e chitarra). Una tappa particolare, perché voluta per sostenere l’attività del centro antiviolenza Liberetutte che opera in provincia di Pistoia, Daniela infatti ha adunalo Liberetutte, diventandone testimonial. «Lo spettacolo — spiega l’attrice — è un collage di articoli che mi rappresentano, perché raccontano tantie storie di donne e, di conseguenza, anche di uomini. Ritagli raccolti perché mi avevano colpito, poi riletti e diventati il testo che porto in scena. Non sopporto la parola “genere”, potessi la eliminerei. Siamo persone, prima di essere uomini o donne, fatto sta — ridacchia divertita, buttando lì una battuta — che lo spettacolo lo vorrebbero solo per l’8 marzo».

 

di Cri.P.


Allegati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi